Digitale – Dopo scacchi e Go, l’intelligenza artificiale conquista anche il poker



Un articolo de Il Post (View Original) illustra come anche il poker sia diventato preda dell’AI, dopo il difficilissimo go. Come ha scritto il New York Times Magazine.

Von Neumann disse: «la vita vera è fatta di inganni, piccole bugie, è piena di momenti in cui ci chiediamo cosa gli altri pensano che io voglia fare, ed è questo che sono i giochi nella mia teoria».

Neil Burch ha detto al New York Times Magazine che per molto tempo i risultati furono deludenti: «Se mettevamo un bravo giocatore di poker contro a un computer e li facevamo giocare, il computer ne usciva a pezzi».

Ora le cose sembrano mutate. Ma l’AI gioisce quando vince? E’ stato detto (Koon): “I solver non ti dicono perché fanno quello che fanno, lo fanno e basta; sta a te capire il perché».

Tag:

lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.